QSA Consulting & Project

I Sistemi di Gestione per la Qualità

gennaio 23, 2014adminQsa

L’introduzione in azienda di un Sistema di Gestione per la Qualità ha come scopo l’organizzazione e il controllo delle attività aziendali con un duplice obiettivo:
• Assicurare nel tempo il livello qualitativo dei prodotti/servizi in modo da soddisfare le attese dei clienti
• Individuare e ridurre le inefficienze aziendali ed eliminare i costi

Il sistema di gestione per la qualità fa riferimento:

• Alla norma UNI EN ISO 9001:2008 “Sistemi di Gestione per la Qualità: Requisiti”

A tal proposito è utile ricordare che l’ISO è l’International Organization for Standardization ossia il comitato internazionale che ha stabilito le norme. La sigla EN sta ad indicare che si tratta di norme riconosciute a livello europeo. L’UNI è l’ente nazionale italiano di unificazione impegnato nello studio revisione e adeguamento delle norme in Italia.

La norma UNI EN ISO 9001 stabilisce requisiti che sono di carattere generale e applicabili a tutte le organizzazioni, indipendentemente da tipo, dimensione e prodotto fornito.
Un sistema di gestione per la qualità è essenzialmente un metodo di ricerca della soddisfazione dei clienti attraverso l’efficienza delle prestazioni aziendali. Il termine Qualità è usato come valore relativo a requisiti dichiarati che l’azienda si impegna a soddisfare. La Qualità è quindi un modo di operare che ha come obiettivo la limitazione dell’incidenza del caso nei risultati dei processi aziendali e la riduzione degli sprechi dovuti a inefficienze organizzative o a carenze sistematiche nei processi produttivi.

La documentazione di un Sistema per la Gestione della Qualità deve comprendere:

• Un manuale della qualità: enuncia la politica per la qualità che si intende perseguire e descrive il sistema di gestione per la qualità
• Procedure scritte: procedure che definiscono nel dettaglio, per ciascuna attività, le azioni, le responsabilità, i metodi e i mezzi operativi, i controlli e le registrazioni da effettuare
• Sistema di registrazione dati: ha lo scopo di dare l’evidenza oggettiva delle attività eseguite, dei controlli operati e dei risultati ottenuti

Le tappe più significative per arrivare alla definizione di un Sistema di Gestione per la Qualità certificabile sono:

1. Audit iniziale: è la fase in cui viene rilevata la situazione organizzativa e gestionale iniziale dell’azienda, evidenziando i punti di scostamento rispetto alla normativa
2. Pianificazione delle attività: è la fase in cui vengono definiti i tempi e le modalità di realizzazione delle attività inerenti lo sviluppo del Sistema di Gestione per la Qualità
3. Formazione: è la fase in cui il personale viene informato e coinvolto sul processo di sviluppo del Sistema di Gestione per la Qualità
4. Definizione dei documenti del Sistema di Gestione per la Qualità: è la fase in cui viene definita la documentazione necessaria ad implementare, controllare, monitorare e migliorare il Sistema di Gestione per la Qualità (Manuale della Qualità, Procedure Gestionali e Istruzioni Operative)
5. Sviluppo delle attività: è la fase in cui vengono svolte le attività per implementare il Sistema di Gestione per la Qualità
6. Verifica implementazione sistema Qualità: è la fase in cui viene controllato il grado di implementazione del Sistema di Gestione per la Qualità, verificando la conformità alla norma di riferimento; vengono cioè effettuate delle verifiche ispettive interne
7. Certificazione: è la fase in cui viene individuato l’organismo certificatore e dato avvio al processo di certificazione del Sistema di Gestione per la Qualità
8. Mantenimento della certificazione e miglioramento: nei tre anni successivi l’organismo certificatore effettua una visita di sorveglianza; allo scadere dei tre anni ci saranno altre visite periodiche

La certificazione qualità rappresenta quindi per l’azienda:

• Un modo per gestire l’efficacia della propria attività
• Un sistema di monitoraggi e misurazioni che garantisce l’efficacia dei controlli
• Crescere di competitività e credibilità/visibilità sul mercato di riferimento
• Vantare una certificazione di validità mondiale, elemento aggiuntivo per la partecipazione a gare d’appalto