QSA Consulting & Project

Stress al lavoro? Ci aiuta Napo!

ottobre 8, 2014adminNovità, Risorse1

La prevenzione e la gestione dello stress nei luoghi di lavoro è sempre al centro di importanti campagne dell’OSHA, l’Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro.
“Stress al lavoro” è il più recente filmato che vede protagonista Napo, l’eroe di una serie di film di animazione coprodotta da un consorzio di istituzioni europee per sensibilizzare in maniera comunicativa e divertente sui rischi psicosociali sul posto di lavoro.

Il simpatico personaggio rappresenta un generico lavoratore che si trova ad affrontare situazioni comuni in cui emergono i problemi che possono presentarsi sul lavoro e portare a situazioni di stress. Napo individua i rischi e trova soluzioni pratiche per migliorare la sicurezza e l’organizzazione.
I film di Napo – privi di dialogo in modo da essere compresi da persone di culture ed estrazioni sociali diverse – vengono periodicamente pubblicati e sono tutti disponibili sul portale dedicato. Sono a disposizione anche dei kit per insegnanti sviluppati in modo specifico per la sensibilizzazione sui temi della salute e sicurezza sul lavoro dei bambini dai 7 agli 11 anni.

Tag , ,

Un commento

  1. dorino17 febbraio 2015 at 12:39Reply

    Ogni singola mattina. Il tempo di svegliarsi, alzarsi e cominciava. Ricordo di aver provato una sensazione simile quando ero ragazzino, ai tempi delle superiori. In occasione di qualche compito in classe o interrogazione, dalle prime ore del mattino avevo un’ansia inspiegabile, quasi paralizzante.
    E ora succede esattamente la stessa cosa, non appena mi ricordo che devo andare al lavoro. Solo che a scuola era ogni tanto, ora è 5 giorni su 7. E ora sono anche un uomo adulto, quindi si presuppone che dovrei saper gestire un po’ meglio queste cose. Invece per nulla: molto lavoro, tutti i giorni, ed ovviamente ero quello preso di mira dal capo. Nemmeno sognarsi un aiuto dai colleghi: anche se leggevo un filo di compassione e solidarietà, il pensiero dominante era “meglio a lui che a me”.
    Grazie alla crisi, nessuno di noi si può permettere di perdere questo lavoro.
    Ho dovuto cercare altre soluzioni, visto che licenziarmi non mi pareva una grande idea nel mio caso. Non avevo voglia di partire con qualcosa di troppo invasivo, allora ho comprato un videocorso su Aspeera.it (questo, per la precisione: Raccolta video a tema: supera ansia e stress). Ci ho trovato dentro un sacco di suggerimenti interessanti per gestire un po’ meglio quell’ansia mattutina. No, i miglioramenti ci sono stati, ma sono ancora quello preso di mira dal capo, questo non posso dirvi che sia cambiato. Ma almeno quando torno a casa ho trovato il modo per staccare veramente la spina da questa situazione, e quando ci devo rientrare non l’affronto più con terrore e angoscia. Faccio quello che devo fare come reputo giusto farlo, senza quei condizionamenti che pensavo esterni, ed invece ho scoperto partivano proprio da me.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*