QSA Consulting & Project

Modelli semplificati per la redazione di POS, PSC, FO e PSS: pubblicato il decreto interministeriale

settembre 18, 2014adminNorme, Novità0

Arrivano i modelli semplificati per la redazione del piano operativo di sicurezza (POS), del piano di sicurezza e di coordinamento (PSC) e del fascicolo dell’opera (FO) nonché del piano di sicurezza sostitutivo (PSS).

Sulla Gazzetta Ufficiale del 12 settembre è stato infatti pubblicato il decreto interministeriale del 9 settembre 2014. Con il decreto – ex articolo 104-bis del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 ed ex articolo 131, comma 2-bis del codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture, di cui al decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 – sono stati individuati i modelli semplificati per la redazione del piano operativo di sicurezza, del piano di sicurezza e di coordinamento e del fascicolo dell’opera nonché del piano di sicurezza sostitutivo.

Il decreto è consultabile sul portale del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Spettacoli e fiere, nel decreto del 22 luglio le nuove disposizioni per la sicurezza dei lavoratori

settembre 10, 2014adminNorme, Novità0

LAVORI_big-300pxArrivano le nuove disposizioni per la sicurezza sul lavoro nell’ambito degli spettacoli e delle manifestazioni fieristiche, grazie al decreto interministeriale del 22 luglio 2014.

Il “Decreto palchi” – emanato dal ministro del Lavoro di concerto con il ministro della Salute – individua le disposizioni che si applicano “agli spettacoli musicali, cinematografici e teatrali e alle manifestazioni fieristiche tenendo conto delle particolari esigenze connesse allo svolgimento delle relative attività”.

Il nuovo decreto adempie all’obbligo – imposto dalla legge di conversione del decreto “Del fare” – di applicare anche agli spettacoli e alle manifestazioni fieristiche le disposizioni relative alle misure di sicurezza previste dall’art. 88 del Testo unico per la sicurezza sul lavoro valide per i cantieri temporanei e mobili.

Il decreto è ripartito in due capitoli: il primo riguarda gli spettacoli musicali, cinematografici e teatrali; il secondo le manifestazioni fieristiche. Per entrambi sono elencate le attività interessate dal provvedimento (montaggio e smontaggio di opere temporanee, impianti audio, luci e scenotecnici, ecc.) e le modalità di applicazione della normativa, secondo le particolari esigenze che caratterizzano ciascuna attività.

Prevenzione incendi, è online la nuova modulistica

maggio 23, 2014adminNorme, Novità0

antincendio-270pxSi aggiorna la modulistica relativa alla prevenzione incendi.

Con il decreto DCPST n. 252 del Ministero dell’Interno – Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile è stata modificata – ai sensi dell’art. 7 comma 2, decreto Ministero dell’Interno 7 agosto 2012 – parte della modulistica relativa alla presentazione delle istanze, delle segnalazioni e delle dichiarazioni.

I nuovi modelli sono entrati in vigore dal 1° maggio 2014 e hanno sostituito quelli in uso fino a tale data. Sono disponibili nell’apposita sezione del sito dei Vigili del fuoco.

ISO 9001, attesa per il prossimo anno la nuova versione

maggio 6, 2014adminNorme, Novità0

iso-logo-250pxVerrà pubblicata il prossimo anno la nuova ISO 9001, norma di riferimento per i sistemi di gestione della qualità. Quello su cui è al lavoro il Comitato Tecnico dell’ISO è il quinto aggiornamento dello standard. Introdotta per la prima volta nel 1987, la norma subì una prima sostanziale modifica nel 2000 e nel 2008 è arrivata l’ultima versione attualmente in uso.

La nuova ISO 9001:2015 si presenta come uno strumento base per il controllo di tutti i rischi di un’organizzazione, ed è pensata per diventare il paradigma delle altre norme di sistema.

L’obiettivo di questa revisione è, infatti, quello di stabilire una coerenza tra le norme sui Sistemi di Gestione: la struttura principale, il testo e la terminologia saranno comuni, consentendo una migliore integrazione tra differenti standard. I requisiti inoltre saranno più semplici e chiari. La nuova norma, poi, terrà presenti i nuovi contesti di mercato per poter affrontare la maggiore complessità dello scenario competitivo moderno.

Illuminazione a LED, la procedura online per la valutazione del rischio da esposizione

aprile 23, 2014adminNorme, Novità0

lampione-led-250pxÈ disponibile sul Portale Agenti Fisici la procedura guidata online che consente di valutare il rischio da esposizione alle radiazioni ottiche artificiali in presenza di sistemi LED per l’illuminazione generale, siano essi per uffici o per ambienti di dimensioni maggiori come capannoni industriali.

Come si legge nella presentazione, “il rapido sviluppo a cui si è assistito in questi ultimi anni nel campo delle tecnologie innovative per l’illuminazione, ed in particolare dei sistemi LED, ha fatto emergere il problema del rischio fotobiologico associato alle emissioni di luce blu potenzialmente lesiva per la retina”.

Al momento non sono ancora fornite dai produttori informazioni idonee a garantire la sicurezza fotobiologica dei sistemi LED in commercio, e quindi non è possibile stimarne il rischio a priori. Considerata la loro potenziale nocività, è stata sviluppata sul Portale Agenti Fisici questa procedura (di semplice impiego anche in assenza di conoscenze specialistiche) che consente una valutazione del rischio sulla base delle caratteristiche illuminotecniche e di installazione delle sorgenti di illuminazione LED presenti in un ambiente.

Vai a “Procedura di calcolo per la valutazione del rischio associato a sorgenti LED per illuminazione generale” – Portale Agenti Fisici.

Prevenzione incendi, le FAQ sul sito dei Vigili del Fuoco

aprile 2, 2014adminNorme0

Il sito del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco dedica una sezione alla Prevenzione incendi. All’interno, oltre alla normativa e alla modulistica, c’è una utilissima pagina con le FAQ (Frequently Asked Questions), cioè le risposte alle domande più frequenti che arrivano ai Vigili del Fuoco in materia di antincendio.

Come si legge nel sito, “Con l’entrata in vigore del nuovo Regolamento di prevenzione incendi (D.P.R. 151/2011) sono state introdotte sostanziali novità rispetto alla previgente normativa, sia riguardo i procedimenti di prevenzione incendi, sia riguardo le attività soggette ai controlli da parte dei Comandi provinciali del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco. Il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco ritiene, pertanto, preminente fornire all’utenza la necessaria assistenza finalizzata alla corretta applicazione della nuova normativa”.

Le FAQ sono suddivise per argomenti: Attività Soggette, Procedimenti di Prevenzione Incendi, Modulistica di Prevenzione Incendi, Tariffe.

Coordinamento Tecnico Regioni – Inail, pubblicato l’aggiornamento delle Indicazioni operative

marzo 26, 2014adminNorme0

È stato pubblicato l’aggiornamento (Rev. 03 – 13/02/2014) delle Indicazioni operative del Coordinamento Tecnico interregionale della prevenzione nei luoghi di lavoro, in collaborazione con Inail e Istituto Superiore di Sanità, sull’applicazione del Decreto Legislativo 81/2008 Titolo VIII, Capo I, II, III, IV e V sulla prevenzione e protezione dai rischi dovuti all’esposizione ad agenti fisici nei luoghi di lavoro.

L’aggiornamento punta a risolvere i quesiti più comuni che vengono proposti ai tecnici del settore. In alcuni casi il dibattito tecnico e la produzione normativa sono ancora in corso o appena avviati per cui vengono fornite anche indicazioni temporanee, ma sempre con l’obiettivo di indicare percorsi legislativamente corretti e tecnicamente attuabili. Le indicazioni riportate nel nuovo testo riguardano tutti i rischi previsti dal Titolo VIII del DLgs.81/2008 e s.m.i, riprendendo e aggiornando i precedenti testi ai provvedimenti normativi e legislativi successivi sino, da ultimi, alla Direttiva 2013/35/UE e al “decreto del fare”.

Nel testo in PDF i passaggi evidenziati sono proposti al fine di facilitare, per chi già conosceva le Indicazioni operative, il riconoscimento dei punti più significativi sui quali si è intervenuti.

Nella sezione “Normativa e Linee Guida” del Portale Agenti Fisici dell’Inail, sono disponibili le informazioni generali e specifiche inerenti gli Agenti Fisici.

Adozione dei modelli organizzativi nelle PMI, pubblicato il decreto per le procedure semplificate

marzo 19, 2014adminNorme0

È stato pubblicato (Gazzetta Ufficiale n. 45 del 24 febbraio 2014) il Decreto Ministeriale del 13 febbraio 2014 che recepisce le procedure semplificate per l’adozione e la efficace attuazione dei modelli di organizzazione e di gestione della sicurezza nelle piccole e medie imprese, ai sensi dell’art. 30, comma 5-bis, del decreto legislativo n. 81/2008 e s.m.i. (Testo unico in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro).

Secondo il decreto, le piccole e medie imprese che decidono di adottare un modello di organizzazione e gestione della salute e sicurezza, possono avvalersi delle indicazioni organizzative semplificate, di natura operativa, contenute nel documento approvato dalla Commissione consultiva permanente per la salute e sicurezza sul lavoro in data 27 novembre 2013. Le procedure semplificate ivi indicate risultano utili per la predisposizione e l’efficace attuazione di un sistema aziendale idoneo a prevenire i reati previsti dall’articolo 25 septies del decreto legislativo n. 231/2001, come sostituito dall’articolo 300 del D.Lgs. 81/2008.

Sul sito del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali sono disponibili il decreto, il documento e la modulistica che le piccole e medie imprese potranno modificare ed integrare a seconda della complessità della struttura aziendale.

Prevenzione incendi nelle strutture alberghiere, prorogato il termine alla fine del 2014

marzo 14, 2014adminNorme, Scadenze0

È stato ulteriormente prorogato, al 31 dicembre 2014, il termine per completare l’adeguamento alle disposizioni di prevenzione incendi per le strutture ricettive turistico-alberghiere con oltre 25 posti letto esistenti alla data del 11/05/1994 (data di entrata in vigore del D.M. 09/04/1994), che siano in possesso dei requisiti per l’ammissione al piano straordinario biennale di adeguamento antincendio approvato con il D.M. 16/03/2012.

La proroga è arrivata con l’art. 11 (Proroga termini in materia di beni culturali e turismo) del Decreto Legge cosiddetto “Milleproroghe” n. 150 del 30 dicembre 2013, poi convertito con Legge n. 15 del 27 febbraio 2014.

In sede di conversione in legge è stata introdotta la seguente disposizione: “Con decreto del Ministero dell’Interno, da adottare entro sessanta giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto, si provvede ad aggiornare le disposizioni del decreto del Ministero dell’Interno 9/04/1994, semplificando i requisiti ivi prescritti, in particolare per le strutture ricettive turistico-alberghiere fino a cinquanta posti letto”.

Lavori “in quota”, l’importanza della sicurezza

marzo 11, 2014adminNorme0

Nel 2013 i morti sul lavoro in Italia sono stati 571 (fonte osservatorio indipendente Bologna). Un dato sicuramente in calo rispetto agli anni precedenti ma spaventosamente elevato se si pensa alle persone e non ai numeri in astratto. Uno studio di Eurostat (monitoraggio degli ultimi 30 anni), ricercando le cause più frequenti degli incidenti, ha messo in evidenza che il 43% dei decessi sul lavoro avviene per cadute dall’alto; i lavoratori che svolgono “lavori in quota” sono dunque la categoria più esposta al rischio di incidenti mortali.

Nel 2008, con il Decreto Legislativo 81/08 (Testo Unico sulla Sicurezza), il legislatore ha dato degli strumenti concreti e delle linee guida precise per affrontare in modo efficace il problema della sicurezza sul luogo di lavoro. La Legge definisce “lavori in quota” quei lavori dove c’è un “rischio di caduta da una altezza superiore ai 2 metri rispetto al piano stabile”. Tanti incidenti si possono e si devono evitare, e poiché la sicurezza sul lavoro non si improvvisa, la legge impone che vengano messe in atto adeguate strategie di prevenzione e che i lavoratori vengano formati e addestrati.

Il rischio di caduta dall’alto può essere annullato sempre. Da anni, in commercio, esistono Dispositivi di Protezione Individuale (DPI) specifici per i “lavori in quota” che, se utilizzati adeguatamente, garantiscono una condizione di lavoro sicura in ogni contesto operativo. Caschi, imbragature, cordini, assorbitori di energia, dispositivi retrattili, sistemi anticaduta scorrevoli e linee vita, sono solo alcuni degli innumerevoli DPI che permettono di lavorare in totale sicurezza su tetti, ponteggi, piattaforme aeree, tralicci, camminamenti pericolosi e molti altri scenari.

I vari DPI sono dispositivi pensati per essere risolutivi in ogni situazione, ma vanno utilizzati da personale formato e addestrato con corsi specifici ben definiti dal Decreto Legge 81/08. Lavorare in sicurezza è un diritto ma anche un dovere stabilito dalla legge, e la formazione e l’addestramento dei lavoratori ne sono il presupposto fondamentale. Investire in “sicurezza” non significa solo mettersi al sicuro da costose sanzioni amministrative ma può diventare un concreto vantaggio economico per l’azienda. Risparmio e ottimizzazione dei tempi di lavoro saranno risultati subito tangibili.

Stefano Sinapi
Soluzioni Dall’Alto