QSA Consulting & Project

Stress al lavoro? Ci aiuta Napo!

ottobre 8, 2014adminNovità, Risorse1

La prevenzione e la gestione dello stress nei luoghi di lavoro è sempre al centro di importanti campagne dell’OSHA, l’Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro.
“Stress al lavoro” è il più recente filmato che vede protagonista Napo, l’eroe di una serie di film di animazione coprodotta da un consorzio di istituzioni europee per sensibilizzare in maniera comunicativa e divertente sui rischi psicosociali sul posto di lavoro.

Il simpatico personaggio rappresenta un generico lavoratore che si trova ad affrontare situazioni comuni in cui emergono i problemi che possono presentarsi sul lavoro e portare a situazioni di stress. Napo individua i rischi e trova soluzioni pratiche per migliorare la sicurezza e l’organizzazione.
I film di Napo – privi di dialogo in modo da essere compresi da persone di culture ed estrazioni sociali diverse – vengono periodicamente pubblicati e sono tutti disponibili sul portale dedicato. Sono a disposizione anche dei kit per insegnanti sviluppati in modo specifico per la sensibilizzazione sui temi della salute e sicurezza sul lavoro dei bambini dai 7 agli 11 anni.

Prevenzione e gestione dello stress lavoro-correlato, la campagna europea 2014-2015

giugno 9, 2014adminEventi, Novità0

poster-en-healthy-workplaces-270pxHa preso il via da Bruxelles “Insieme per la prevenzione e la gestione dello stress lavoro correlato”, la campagna biennale 2014-2015 sui rischi psicosociali nell’ambiente di lavoro, promossa dall’Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro (EU-OSHA) e coordinata in Italia dall’Inail.

Secondo un sondaggio commissionato dall’agenzia, oltre la metà dei lavoratori europei ritiene che lo stress lavoro correlato sia molto presente nel proprio ambiente lavorativo, e quattro su dieci ritengono che il problema non venga affrontato adeguatamente.
Secondo il commissario europeo all’occupazione László Andor, “La gestione dello stress correlato al lavoro è uno dei cardini per garantire la salute, la sicurezza e il benessere dei lavoratori europei”. Andor ha anticipato che il “Quadro strategico dell’UE in materia di salute e sicurezza sul lavoro 2014-2020″ proporrà una serie di azioni per la promozione della salute mentale come fattore chiave nella prevenzione delle malattie legate al lavoro.

Secondo l’OSHA anche i rischi psicosociali, come ogni altro rischio che riguardi la salute e la sicurezza sul lavoro, possono essere gestiti dalle imprese in modo sistematico e risolutivo attraverso l’uso di semplici strumenti. È importante che il problema venga affrontato dalle imprese e dai lavoratori in stretta collaborazione, con azioni di prevenzione condivise che portano benefici in termini di crescita e competitività. La campagna fornisce il supporto e la guida necessari ai datori di lavoro, ai dirigenti, ai lavoratori e ai loro rappresentanti.

Sul portale della campagna sono disponibili tutte le informazioni, gli strumenti e i materiali da scaricare.